matteo de villa

“Impossibile non constatare che con la candidatura di Flavio Di Muro, imposta dall’alto, il centro destra a Ventimiglia sta andando a pezzi”, esordisce la Federazione Civica di Ventimiglia. “Dopo l’uscita di Andrea Spinosi ed Eleonora Palmero dalla Lega e la candidatura di Cristina D’Andrea e Francesco Mauro al di fuori delle liste del centro destra anche Matteo De Villa, assessore uscente della amministrazione Scullino si presenta ufficialmente con la Federazione Civica che fa capo a Tiziana Panetta”.

“Matteo De Villa vanta una carriera amministrativa di tutto rispetto”, continua la Federazione. “Eletto assessore per la prima volta a 18 anni appena compiuti nel comune di Perinaldo dove rimarrĂ  in carica per 5 anni, poi consigliere comunale per altri 5. Nominato coordinatore regionale dell’ANCI giovani (associazione nazionale comuni italiani) dove siede a fianco dell’allora sindaco di Genova Marco Doria nell’ufficio di presidenza per quattro anni. Ed infine eletto nell’ultima amministrazione Scullino assessore con delega al commercio, turismo, attivitĂ  produttive. Fedelissimo al suo impegno amministrativo sino all’ultimo giorno; giorno in cui alcuni consiglieri di maggioranza e minoranza hanno deciso, con la firma dal notaio, di concludere l’esperienza amministrativa della giunta in carica, lasciando la cittĂ  nelle mani del commissario prefettizio”.

Commenta De Villa: “Sono felice di poter comunicare la mia candidatura nella Federazione di liste civiche che fa a capo all’avv. Tiziana Panetta. Persona che stimo molto e con cui ho avuto modo di lavorare durante il mio mandato di assessore. Di Tiziana ho apprezzato la preparazione tecnica, la continua presenza negli uffici comunali, l’impegno e la dedizione. Abbiamo creato un gruppo di persone competenti, presenti sul territorio e pronte a lavorare senza le continue pressioni che provengono dalle segreterie dei partiti che, come abbiamo visto, creano soltanto malumori e rallentano la macchina amministrativa. C’è bisogno di una squadra coesa e che metta al centro il bene della città, dei cittadini, delle associazioni e dei comitati tutti senza distinzioni. Noi siamo pronti”.