Il Comune di Sanremo donerà all’Ospedale Civico di Sanremo, centro provinciale nella lotta al Covid-19, due nuovi macchinari che consentiranno alla ASL1 di processare più di 1000 tamponi al giorno, triplicando così la sua attuale capacità di screening. L’ha annunciato il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, durante il primo Consiglio comunale in modalità telematica di questa sera.

“Guardando le altre regioni, credo che la ripresa debba essere affrontata anche con un aumento dei tamponi e tenendo sotto controllo possibili focolai,” ha spiegato il primo cittadino parlando della famosa fase 2 e dei prossimi mesi.

“Insieme all’Asl 1 Imperiese, al direttore Prioli e al dottor Dusi, abbiamo lavorato a un progetto per passare dai circa 500 tamponi effettuati giornalmente nella nostra Provincia a 1000/1500 tamponi. Per far questo sono necessari alcuni macchinari e mi presi l’impegno, circa 20 giorni fa, di trovare le finanze necessarie.”

“Sono emozionato di annunciare che la signora Elena Sivoldaeva ha dato la sua disponibilità per acquistare i macchinari per una spesa di circa 280 mila euro. Questi verranno donati al comune di Sanremo che li metterà a disposizione dell’Asl 1 e saranno pronti nel giro di 6-8 settimane. I macchinari saranno in grado di erogare almeno 1000 tamponi al giorno,” conclude il sindaco Biancheri.

Il nome della benefattrice russa non è nuovo ai sanremesi. È la stessa donatrice che acquistò i moduli che permisero il trasferimento di circa 300 studenti delle medie dopo che la scuola Pascoli venne dichiarata inagibile.

Articolo precedenteRiaperti tutti gli uffici postali in provincia di Imperia
Articolo successivoL’Asl 1 aumenta la capacità di elaborazione di tamponi e nuova metodica rapida per le strutture di emergenza