Ecco perché i difensori della famiglia tradizionale hanno ragione

Sono settimane che non si parla d’altro: Verona a fine Marzo ospiterà  un congresso dove si riuniranno le menti più progressiste di questo pianeta. Tra loro spicca l’ex-calciatore della Juventus Legrottaglie il quale ha recentemente dichiarato che «la donna non vede l’ora di fare quello per cui è stata creata».

A codesta mente eccelsa si aggiunge il ministro della famiglia Fontana che sin dall’inizio del suo mandato ha negato l’esistenza delle famiglie arcobaleno. Al convegno dei geni del terzo millennio si aggiunge il ministro dell’istruzione, università e ricerca (dell’istruzione, cribbio!) che ha di recente affermato che affinché le scuole meridionali siano meno fatiscenti gli insegnanti terroni devono impegnarsi di più. Confesso che quest’ultima è una mia libera interpretazione del pensiero del ministro Bussetti: non ha mai detto “terroni” anche se lo ha sicuramente pensato.

Tra gli altri presenti ci saranno alcuni anti-abortisti provenienti dagli Stati Uniti, alcuni sostenitori delle moderne, avanguardiste e originalissime teorie secondo cui l’omosessualità è una malattia o un crimine (o entrambe le cose) e che l’unica soluzione è la pena di morte (lo pensa la parlamentare ugandese Lucy Akello, anch’ella invitata). Tra gli scienziati più citati dagli oratori troviamo Satana che per mezzo dei gay vorrebbe distruggere l’umanità. Lo ha affermato Jim Garlow, pastore nordamericano anche lui presente a Verona a fine mese. Più precisamente argomenta che “Satana vuole distruggere l’immagine di dio sulla terra” e, non si capisce il nesso logico, vuole pertanto causare la sparizione degli eterosessuali affinché solamente i gay rimangano su questo pianeta.

Allora, io non so dove abbia studiato teologia questo luminare, ma vorrei ricordargli che dio è onnipotente. Il dio abramitico, perlomeno, se esiste. Significa che può fare qualunque cosa! Può trasformarsi in coniglio, in lumaca, in buco nero, in raggi X, in chitarra, in uomo, in donna, in geco con tre teste.

Mi viene difficile pertanto pensare che “la sua immagine” sul pianeta terra sia un essere umano eterosessuale. Non è tutto, può urlare “ti amo” in trecento lingue contemporaneamente in un secondo solo.

Può distruggere l’universo schioccando le dita e ricrearne uno senza gay e senza Salvini, se solo volesse.

È anche onnisciente, sa tutto! Sa perfettamente che io sarei nato gay, lo ha sempre saputo. Ancor prima di creare l’universo sapeva che nel 2016 in Italia sarebbero state approvate le unioni civili. Sapeva anche che Sgarbi nel 2018 avrebbe dichiarato in televisione che Di Maio è gay e che il suo fidanzato è il sottosegretario Spadafora. Sa anche se questa affermazione è vera o è l’ennesima bufala. Sapeva anche che Hitler avrebbe ucciso sei milioni di Ebrei. E pur sapendo tutto questo non ha mosso un dito affinché io non nascessi gay, affinché Sgarbi non sputtanasse il nostro ministro del lavoro e affinché Hitler non uccidesse sei milioni di Ebrei.

Ora dubito che si preoccupi del piano di Satana di distruggere l’eterosessualità a Triora e dintorni. Giusto per citare una città dove cinquecento anni fa congressi di questo tipo sarebbero stati accolti con giubilo. Quasi dimenticavo, qualora vi fosse venuto un leggero dubbio, il titolo di questo articolo è stata un’esca per attirare la vostra attenzione.

Ha funzionato?

Marco Antei

Articolo precedenteModifiche al Puc di Sanremo: via libera dalla IV Commissione Territorio e Ambiente
Articolo successivoTra la bruma e il sale, in racconto le tele d’arte di Elisa Panfido