curiosità - Sanremo COC Protezione Civile

Come accaduto lo scorso fine settimana, in occasione dell’avviso di allerta meteo di colore rosso o arancione l’ufficio della Protezione Civile di Sanremo, che fa capo al Comando della Polizia Locale, ospita il COC – Comitato Operativo Comunale che è deputato a dirigere tutte le operazioni delle diverse associazioni di volontari presenti sul territorio.

“In caso di allerta meteo – spiega Fulvio Battistotti responsabile dell’ufficio che si trova al piano terra di Palazzo Bellevue – noi riceviamo in anticipo dall’Arpal un preavviso di probabile aggravamento delle condizioni cui segue l’emissione del bollettino ufficiale con le colorazioni dell’allerta e quando ci viene anche comunicato l’orario presunto dell’inizio dell’evento meteo viene aperto il Coc”.

“Convochiamo una riunione con tutti gli interessati a partire dal Sindaco e si decide in quali zone e come intervenire, anche emettendo ordinanze di divieto in quelle che riteniamo più a rischio. Utilizzando l’inforMAPP riusciamo a raggiungere tutti i cittadini per avvisarli dell’evoluzione della situazione, e prossimamente avremo anche a disposizione pannelli luminosi dislocati in vari punti della città contenenti messaggi e avvisi alla popolazione”.

“Tutte le richieste di intervento – prosegue Battistotti – vengono registrate su un’agenda e lo stesso accade al termine dell’intervento, come traccia storica se dovesse essere necessario portare altro aiuto nello stesso posto. In questo ufficio è stata allestita anche una sala radio gestita dalla sezione sanremese dell’Ari – Associazione Radioamatori Italiani grazie ad una convenzione rinnovata con il Comune”.

“Nell’insieme possiamo contare su un centinaio di persone in caso di emergenza e sui mezzi speciali della Protezione Civile, dell’Antincendio e dei Rangers. In questa ultima e drammatica allerta il territorio comunale matuziano è stato abbastanza risparmiato e così abbiamo potuto, già dalla mattina di sabato, inviare rinforzi a Ventimiglia dove sono rimasti a disposizione per tre giorni”.

“In questo ufficio siamo aperti seguendo gli orari del Comune – dice Mirella Cirone che affianca Battistotti – ma non abbiamo orari quando scatta l’emergenza arancione, iniziamo un’ora prima e si va ad oltranza. Dallo scorso mese di novembre il Coc si è spostato dal Palafiori al Municipio dove lo spazio disponibile rispetta le metrature richieste, ci sono sale e saloni disponibili per eventuali riunioni operative, siamo a stretto contatto con tutti gli altri uffici, in particolare quello dei Lavori pubblici o dei Servizi sociali, che sono comunque coinvolti quando l’emergenza è in atto. Ad esempio, se scende una frana sulla strada bisogna subito emettere avviso di chiusura e appena possibile mandare operai per vedere cosa si può fare, e se la frana minaccia un’abitazione può rendersi necessario evacuare gli abitanti e chiedere ai Servizi sociali dove si possono alloggiare queste persone. È un incastro che coinvolge un po’ tutti e noi cerchiamo di concertare gli interventi”.

“Questo ufficio di Protezione Civile – sottolinea Mirella Cirone – si occupa anche dell’emergenza Covid. All’inizio anche noi, come il nostro Governo, ci siamo trovati in un marasma di problematiche da tantissima gente che aveva bisogno di medicinali, cibo e vestiti. I centri commerciali ci sono stati di enorme aiuto per rifornire l’Emporio solidale e ancora oggi ci rivolgiamo a loro che non negano mai un aiuto da poter girare ai bisognosi”.

Resta sempre valido il concetto che ognuno è responsabile della propria salute e deve evitare di cacciarsi in situazioni potenzialmente pericolose.

“È proprio così – conferma Fulvio Battistotti – possiamo dire che la Protezione Civile siamo tutti noi. Per far passare questo concetto stiamo per iniziare una campagna di affissione di manifesti in città con tutte le norme da seguire in caso di allerta meteo e altri pannelli fissi verranno piazzati nelle zone di maggior passaggio con indicazioni comportamentali importanti in caso di emergenza, come l’elenco dei luoghi considerati sicuri per i cittadini, l’area ricovero e l’area ammassamento e smistamento soccorsi, sperando che queste indicazioni vengano utilizzate il meno possibile”.

Il numero di telefono dell’ufficio Protezione Civile di Sanremo è 0184 580522.