video
04:37

Sport ed emozioni hanno contraddistinto l’odierno pomeriggio di Chiusavecchia. Nel paese della valle Impero è stato infatti inaugurato il nuovo campo sportivo dedicato a Pietro, Piero, Natta. Calciatore indimenticabile, uomo dal grande cuore che ancora oggi a circa sette anni dalla sua scomparsa ha saputo radunare tantissimi ex compagni di squadra, oltre ai suoi compaesani e a molta gente che lo ha conosciuto e apprezzato.

A fare gli onori di casa il sindaco Luca Vassallo. Insieme a lui la famiglia Natta con la moglie Mery, i figli Giorgio e Marco e i nipoti. Presenti inoltre il vicepresidente regionale Alessandro Piana, il consigliere provinciale e sindaco di Aurigo Luigino Dellerba, diversi amministratori della valle e una delegazione dell’Imperia calcio, squadra di cui Natta è stato bandiera, con il vicepresidente Fabio Ramoino, il direttore generale Alfredo Bencardino e il team manager Antonio Benedetto.

A raccontare un po’ l’uomo, un po’ l’instancabile mediano il giornalista Fulvio Damele e alcuni ex compagni tra cui Milli Giordano e Gigi Bosca. Dopo il simbolico taglio del nastro una prima partitella con le maglie di Genoa e Imperia di cui la famiglia Natta è stata omaggiata.

Dal punto di vista tecnico nel nuovo campo è stato posato un tappetto di erba sintetica, completamente rifatta la recinzione e le porte così come l’impianto di illuminazione. A gestirlo per conto del Comune sarà l’associazione Prodeo che ha già in carico il rinato sferisterio.

Nel videoservizio di Riviera Time le immagini della cerimonia e le interviste a: Vassallo, Carlo Pietrantoni, ex compagno e amico fraterno di Natta, e alla moglie Mery Damele.