Alena Sudokova

È stato ascoltato dalla Procura, come da lui richiesto nei giorni scorsi, Zied Yakoubi, il 32enne algerino accusato del tentato omicidio di Alena Sudokova, la turista 22enne tedesca caduta dal belvedere Caponero.

L’accusa, sostenuta dal Procuratore Capo Alberto Lari e dal Sostituto Procuratore Barbara Bresci, si basa sulla testimonianza di alcune persone che avrebbero sentito i due ragazzi litigare poco prima del drammatico incidente. I sospetti sono che sia stato proprio l’uomo a gettare dal dirupo la 22enne.

Diversa la versione del ragazzo che nei giorni scorsi, attraverso il suo avvocato, Mario Ventimiglia. Secondo quanto dichiarato dall’algerino, i due stavano bevendo in cima alla scogliera, quando la ragazza ha perso l’equilibrio e nel precipitare si sarebbe aggrappata all’uomo portandolo giù dal belvedere con lei.

L’interrogatorio della Procura, durato due ore, è stato secretato in attesa di ascoltare la versione di Alena per confrontare i due racconti.

Purtroppo la ragazza ha riportato danni celebrali gravi e potenzialmente permanenti. Dopo diverse settimane in coma farmacologico all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, la ragazza è stata trasferita in Germania per ricevere le cure vicino alla sua famiglia.

Articolo precedenteMeditaggiasca 2018: Giappone e oliva taggiasca si incontrano nei piatti di Jumpei Kuroda
Articolo successivoVele d’epoca, il MACI e il Museo Navale presentano le loro iniziative