hotel

“Il nuovo Dpcm, attualmente all’esame delle regioni, desta ulteriore preoccupazione per la situazione economica delle attivitĂ  legate alla ristorazione e all’accoglienza turistica”, lo afferma l’assessore regionale al Turismo di Fratelli d’Italia Gianni Berrino.

“È in vista un ulteriore disagio per questo settore, in una situazione in cui la crisi economica diventa sempre piĂš assillante. Nella bozza del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio, infatti, l’entrata in zona arancione prevede un grave passo indietro: divieto della ristorazione serale per gli hotel, mentre per i clienti delle strutture prive di ristorante, non sarĂ  consentita la ristorazione presso terzi”, spiega l’assessore.

“Analizzando la bozza del nuovo Dpcm risulta evidente come le disposizioni che riguardano le attività alberghiere e la ristorazione non facciano presagire nulla di positivo”, conclude Berrino.

Articolo precedentePesca, al via domani la stagione nelle acque interne della Liguria. Il vicepresidente Piana: “Aumentata pescositĂ , in primavera proseguiranno misure di ripopolamento”
Articolo successivo688 kg. di hashish per un valore di 3 milioni di euro: in arresto un cittadino bosniaco per traffico internazionale di sostanze stupefacenti