Assenzio. Impressionisti” è il titolo della mostra personale di Vito Mazzocchi in corso presso l’ex chiesa Anglicana di Bordighera.

In questo evento collaterale all’arrivo di Monet, in esposizione presso Villa Regina Margherita, una serie di acquerelli e sculture rendono omaggio all’arte che vince ogni cosa, secondo l’opinione dell’autore che ha così definito il processo creativo di quegli artisti che tra la fine del Diciannovesimo Secolo e l’inizio del Ventesimo hanno aperto la strada all’arte moderna e successivamente a quella contemporanea.

Mazzocchi si è soffermato sulle ragioni di questo suo lavoro, frutto di una delusione nei confronti della scena contemporanea, a suo dire incapace di “gridare” e realizzata per fini spesso speculativi.

Ai nostri microfoni, l’artista ha inoltre aggiunto il processo creativo che lo ha portato alla realizzazione delle sue opere e ulteriori dettagli su di esse.

La mostra, la cui entrata è gratuita, durerà fino a lunedì 20 maggio, dalle ore 10:00 alle 12:15, e dalle 15:00 alle 19:00.