E uscito lo scorso 14 aprile l’eBook Back to the Future, 44 idee per la nuova normalità, una raccolta di brevi racconti su come sarà il post coronavirus firmata da umanisti, narratori ed esperti di comunicazione: dal valore dell’antifragilità al ruolo centrale delle parole, dalla fine della celebrity culture alla rilevanza inedita della cartografia, fino all’educazione alla morte.

Ci ha raccontato il progetto la giornalista Alessandra Chiappori: “Sono felice di essere stata invitata a prenderne parte, nata da un’idea di Alice Avallone di BeunSocial per cercare di sondare quello che non possiamo vedere, cioè il futuro dopo questa fase due.”

Il titolo richiama la celebre trilogia firmata da Zemeckins con protagonisti Doc Brown e Marty Mcfly che viaggiano avanti e indietro nel tempo. Nella scena finale del film Marty non vede strada sufficiente per portare l’auto alla velocità necessaria al viaggio nel futuro e Doc lo rassicura che nel futuro non servono strade. Oggi non conosciamo cosa ci attende il domani, ma gli autori hanno provato a rifletterci e dare una loro visione.

“Io da Giornalista – aggiunge Alessandra Chiapporti – ho provato a riflettere sulla strada dell’informazione, in particolare per quanto riguarda il fenomeno dell’infodemia: un eccesso di informazione da una parte e una carenza dall’altra. Questo ha portato a sacche di disinformazione che hanno visto proliferare fake news e racconti alterati della realtà in questo ultimo periodo.”

L’intervento di Alessandra è chiamato il “Lievito della consapevolezza” che come lei ci racconta è stato uno degli elementi principi degli amanti della cucina durante questa quarantena e che ha bisogno di particolari cure così come ne ha bisogno la sana informazione per crescere.

L‘ebook è scaricabile gratuitamente sul sito www.beunsocial.it.

Nel video a inizio articolo l’intervista ad Alessandra Chiappori.