Classe 1925, Antonio Biancheri, ha passato la vita tra i mille colori dei fiori sanremesi.

“Mia nonna – racconta – era del 1862. Ancora prima della ferrovia andava a piedi a vendere i limoni in Francia. All’epoca non si vendevano ancora fiori, ma si compravano perché in Francia c’era già mercato.”

Nei primi del ‘900 suo padre, vero e proprio pioniere della floricoltura nel Ponente, cominciò ad andare in Francia per  comprare i primi bulbi di anemone da piantare in Italia.

Seguendo le orme del padre, Biancheri andò in Olanda per poi mettersi in proprio e fare concorrenza agli stessi olandesi.

“Ho visto nascere le rose e le ho viste perire; ho visto nascere i garofani e gli ho visti sparire; ho visto nascere gli anemoni e non se ne coltiva più,” ricorda.

A Riviera Time, Antonio Biancheri, racconta la nascita e l’evoluzione della floricoltura nella Riviera di ponente.