Sono partiti alle 14 gli scrutini nei 30 comuni della provincia di Imperia che con il voto di ieri rinnoveranno i sindaci e i consigli comunali.

Per le amministrative 2019 in provincia di Imperia ha votato il 62,74% degli aventi diritto al voto.

Per quanto riguarda l’affluenza alle amministrative, comune per comune, di seguito trovate i dati:

Airole (68,62%), Badalucco (78,51%), Camporosso (62,77%), Castellaro (65,92%), Ceriana (54,53%), Cervo (66,01%), Cesio (64,60%), Chiusanico (68,86%), Diano San Pietro (73,85%), Dolceacqua (68,03%), Dolcedo (65,20%), Isolabona (77,22%), Mendatica (77,22%), Molini di Triora (74,21%), Montegrosso Pian Latte (93,52%), Olivetta San Michele (52,40%), Ospedaletti (66,30%), Pigna (68,69%), Pontedassio (59,52%), Ranzo (64,84%), Riva Ligure (64,44%), San Bartolomeo al Mare (68,26%), San Biagio della Cima (64,58%), San Lorenzo al Mare (72,77%), Sanremo (62,60%), Soldano (65,20%), Vallebona (59,71%), Vasia (65,98%), Ventimiglia (57,37%) e Vessalico (78,46%).

Con una serie di aggiornamenti constanti e di interviste in queste ore Riviera Time seguirà lo spoglio con un focus particolare per i comuni di Sanremo, Ventimiglia e Ospedaletti.

Nonostante gli scrutini non siano ancora terminati sono già stati proclamati i sindaci di 13 comuni della Provincia. Questo perché essendo gli unici candidati nei rispettivi comuni e avendo raggiunto il quorum del 50%+1 voto valido sono stati automaticamente decretati vincitori. Di seguito la lista:

Airole (Maurizio Odoero), Camporosso (Davide Gibelli), Castellaro (Giuseppe Galatà), Ceriana (Maurizio Caviglia), Cesio (Fabio Natta), Dolcedo (Giovanni Danio), Mendatica (Piero Pelassa), Ranzo (Piero Raimondi), Riva Ligure (Giorgio Giuffra), San Biagio della Cima (Luciano Biancheri), Soldano (Iso Cassini), Vallebona (Roberta Guglielmi) e Vasia (Mauro Casale).

Articolo precedenteAmministrative Ospedaletti: Daniele Cimiotti è il nuovo sindaco [Aggiornamenti LIVE]
Articolo successivoElezioni Ospedaletti, Blancardi ufficializza la sconfitta: “Gli ospedalettesi hanno deciso di cambiare. Auguro buon lavoro a Cimiotti”