‘Zaino in spalla, mano sul cuore’: i piloti di motociclismo Francesca Gasperi e Maurizio Gerini lanciano l’evento benefico a favore dei bambini del Gaslini

Francesca Gasperi e Maurizio Gerini, piloti professionisti di motociclismo off-road (Dakar), si mettono in gioco per un evento benefico che hanno intitolato: “Zaino in spalla, mano sul cuore”.

Dal mare, con partenza ad Imperia, attraverso le Alpi Marittime per arrivare a Beinette in provincia di Cuneo dove, ad aspettare i due piloti “runner” ci sarà un grande esempio di uomo e atleta capace di abbattere tutti i muri della disabilità: Nicola Dutto, pilota anche lui di moto, costretto sulla sedia a rotelle dal 2009 dopo un incidente in gara.

Con lui ci sarĂ  un altro personaggio chiave: lo chef stellato Massimo Camia che metterĂ  a disposizione la sua grande arte nel preparare una cena per tutti i simpatizzanti e partner del progetto.

Una storia di avventura e fatica da seguire prima, dopo e durante i 120 km di percorso sulle montagne. Franci e Gerry posteranno foto di paesaggi meravigliosi, che dedicheranno ai bambini, e creeranno contenuti da divulgare attraverso i social per catturare e sensibilizzare il maggior numero possibile di persone, chiedendo un contributo attraverso una raccolta fondi per l’istituto Giannina Gaslini di Genova destinati alla struttura di assistenza domiciliare che consente a bimbi e famiglie di vivere nelle abitazioni al di fuori della struttura ospedaliera, con preziosi vantaggi per i piccoli pazienti spesso costretti a trasferirsi con la famiglia da ogni parte d’Italia e del mondo per avere adeguate cure.

La partenza è fissata per il 23 settembre alle ore 16 da Calata Cuneo ad Imperia. Il percorso si inerpicherà attraversando le Alpi Marittime, la Via del Sale, la strada Cannoniera e vette che superano i 2600 metri.

Franci e Gerry con la propria tenda e zaino in spalla raggiungeranno Beinette lunedì 27, dove li attenderà Nicola Dutto, a bordo della sua hand-bike per percorrere insieme gli ultimi km proprio verso la sua abitazione, dove la moglie Elena e lo chef Massimo Camia li accoglieranno assieme a tutti gli ospiti per la cena stellata, anch’essa destinata a raccogliere fondi per i bimbi in difficoltà.

Articolo precedenteCovid: 98 nuovi positivi in Liguria, un decesso
Articolo successivoAromatica: l’aglio di Vessalico protagonista nei piatti dello chef Danilo Rebaudo