Lo slogan di questo periodo è, restate a casa. Da più parti arrivano moniti e raccomandazioni, misure più restrittive, autocertificazioni e così via, ma molti sui social lamentano che numerose persone siano ancora in strada noncuranti dell’emergenza in atto, è così?

Per scoprirlo ieri mattina, muniti di mascherina e guanti, siamo partiti da Sanremo alla volta del confine di Stato per monitorare la situazione e verificare se le misure siano effettivamente efficaci.

Dopo il nostro viaggio possiamo affermare che la situazione è molto tranquilla, serrande abbassate, molti controlli da parte delle forze dell’ordine e poche persone in giro, solo qualche piccola coda fuori dai supermercati e dagli uffici postali, quest’ultime giustificabili dal fatto che questi sono i primi giorni di pensioni. Negli uffici postali si può comunque entrare soltanto uno alla volta e nelle sedi centrali, perchè le periferiche hanno quasi tutte chiuso.

Quello che abbiamo appena detto è valido per tutte le zone che abbiamo attraverso Sanremo, Ospedaletti, Bordighera, Vallecrosia, Camporosso e Ventimiglia e, un dato su tutti, abbiamo impiegato circa 35 minuti a dimostrazione del fatto che il traffico è praticamente inesistente.

E sul confine? Il confine è presidiato sia in entrata sia in uscita dagli uomini dell’esercito Italiano e da quelli della Gendarmerie Francese che richiedono le opportune autocertificazioni. Da entrambe le parti viene rimandato indietro chi non è in possesso di giustificati motivi.

Nel video di Riviera Time il nostro viaggio nel quale potrete vedere la situazione.