vallebona

Si chiude domenica 13 settembre, con un altro evento targato “Liber Theatrum”, la fortunata limited edition 2020 dell’Ape in Fiore che ha visto il bel borgo di Vallebona e la sua Amministrazione assoluti protagonisti di questa estate, con una serie di originali appuntamenti artistici e culturali a cercare di contrastare, in maniera creativa e propositiva, soprattutto le limitazioni a incontri e convivialità imposte dall’emergenza sanitaria per il Coronavirus.

Appuntamento alle ore 18.15 nella bella e accogliente cornice di Piazza dell’Oratorio, in pieno centro storico, dove Diego Marangon, dopo avere già ospitato nel mese di agosto Sara Rattaro, intervisterà lo scrittore, avvocato e giornalista sanremese, Alberto Pezzini per presentare il suo ultimo lavoro letterario: “Il Libraio“.

Un medico abbandonato dalla professione, una donna appassionata, una moglie troppo intraprendente, i principali protagonisti di una trama ambientata a Hermil, nome immaginario per una località dell’estremo Ponente Ligure: in realtà una riconoscibilissima Sanremo nei suoi luoghi, le sue strade, i profumi e i piatti tipici. Una città sonnolenta ma ribollente di passioni sotterranee, dove il dottor Gianni Prati ha aperto una rivendita di libri per intenditori e che estemporaneamente viene chiamato a ricoprire le vesti di investigatore, che porteranno però a galla ombre del suo passato che non vogliono lasciarlo vivere tranquillamente come lui vorrebbe.

La sua vita lo ha infatti già messo alla prova e a contatto con i libri e il mare l’ex medico sembrava avere trovato una dimensione finalmente coerente, ma una morte avvenuta in circostanze sospette lo coinvolgerà in maniera imprevedibile e con risvolti personali inaspettati.

L’ambientazione letteraria è una realtà solo apparentemente immobile, che nasconde invece passioni e microcosmi, dove niente è come sembra e dove gli unici pronti a dire sempre la verità sono gli autori dei volumi che vende Gianni: involontari coprotagonisti discreti della vicenda.

Un giallo acuto e vivace “Il Libraio”. Scorrevole e piacevolissimo da leggere, scritto con stile asciutto e preciso, con parole scelte, dosate con precisione chirurgica, talvolta addirittura create ad arte!

L’ultimo lavoro di Alberto Pezzini arriva dopo una già nutrita serie di altre pubblicazioni. In ordine sparso: da ‘Volevo fare l’avvocato’ a ‘L’ombra della colpa’, da ‘Mamma e papà non litigate’ a ‘Ciao papà sono qui. La gioia di essere padre’ a ‘Educazione nell’epoca dei social network’. Senza dimenticare ‘Lo scugnizzo e i gabbiani’, ‘Con gli occhi pieni di te’ e anche una piccola guida “quasi romanzata”: ‘Viaggio nel Ponente ligure. Il confine sconosciuto. Cahier di viaggio’ a testimonianza di una grande passione per la scrittura che si intreccia indissolubilmente a quella per la professione forense, acuendo la sua visione della vita pungente e limpida che caratterizza il suo stile preciso, asciutto, mai banale, dove l’ironia, il sarcasmo e la provocazione non si risparmiano.

Un bello e godibilissimo romanzo, dove continue citazioni e rimandi letterari, suggerimenti gastronomici e riferimenti geografici al nostro bel Ponente ligure sono il metronomo di un libro che si legge tutto d’un fiato.

Articolo precedenteSanremo, oggi la seconda serata di “A tavola sul Porto Vecchio”: piatti tipici e musica dal vivo con la MH Band
Articolo successivoGuasto all’acquedotto del Roja, attivato piano di emergenza all’ospedale di Imperia