Una mattinata a 'La Barberia di Imperia', come si tagliano barba e capelli in sicurezza

Capelli lunghi e barbe incolte sono stati uno dei simboli dell’isolamento forzato dovuto all’emergenza coronavirus. Da lunedì, almeno in Liguria, i barbieri hanno potuto rialzare le proprie saracinesche.

Per capire come sia cambiato il lavoro e come si possano tagliare capelli e barba in sicurezza abbiamo passato un po’ di tempo a ‘La Barberia di Imperia‘ gestita da Axel Comolli.

!Il lavoro è decisamente diverso – spiega. C’è meno tempo a disposizione per tutti perché tra un cliente e l’altro ci si dedica molto di più a pulizia e sanificazione. C’è di conseguenza un’atmosfera diversa nella barberia”.

Nel dettaglio quali sono le norme che avete adottato?
“È obbligatoria la prenotazione online o per telefono. Abbiamo dovuto adottare dei sistemi di igienizzazione tra un cliente e l’altro con specifici prodotti, i clienti si devono presentare in barberia muniti di mascherina e si devono igienizzare le mani con il gel posto all’entrata. Soltanto quattro persone possono stare all’interno del locale e ovviamente non si possono creare code”.

Procedura differente per le barbe che richiedono un’ulteriore precauzione: “Sì, facciamo anche le barbe e questo richiede che il cliente stia senza mascherina. Per questa ragione dobbiamo utilizzare un’ulteriore visiera che va igienizzata una volta tolta”.

Dopo due mesi di chiusura cosa vi aspettate?
“Tutti abbiamo bisogno di stare abbastanza sistemati, ci possiamo aspettare subito tantissima gente poi magari uno stop oppure no. Questo lo scopriremo soltanto nei prossimi giorni e mesi”.