Ieri è partita la terza edizione della Carnival Race, la regata che si svolge ogni anno a Marina degli Aregai e organizzata dallo Yacht Club Sanremo.

Iniziata per gioco, è ben presto diventata un appuntamento fondamentale tra le regate europee dedicate alle giovani promesse della vela tra i 15 e i 22 anni.

Due le categorie in gara, 420 e 470, per un totale di 135 equipaggi da diverse nazioni.

Per i colori dello Yacht Club Sanremo, uno dei team tra i più forti al mondo, le punte di diamante saranno gli equipaggi di Edoardo Ferraro e Francesco Orlando, quinti al Mondiale in Nuova Zelanda, Veronica Ferraro e Giulia Ierardi, prime al Campionato Europeo femminile, Fabio Boldrini e Andrea Abbruzzese vincitori all’Eurosaf, e ancora Tommaso Cilli e Bruno Mantero Campioni Europei Under 17.

Nella classe 470 sarà presente l’olimpionica francese Sofian Bouvet, le olandesi Zeger-Van Veen, fresche vincitrici della World Cup a Miami e anche gli italiani Ferrari-Calabrò, vincitori a gennaio del Campionato USA.

Umberto Zocca, dello Yacht Club Sanremo, ci racconta com’è nata la regata e come si sta sviluppando ogni anno sempre di più.