Nell’ambito delle attività di controllo del territorio, i militari dell’Arma del Comando Provinciale di Imperia hanno intensificato anche i servizi finalizzati all’individuazione dei “ladri di verde”, soprattutto nelle aree più isolate o interessate dal peculiare fenomeno.

In tale quadro, i Carabinieri della Stazione di Triora, di concerto con i Carabinieri Forestali locali, hanno arrestato un 30enne albanese, sorprendendolo con una fascina di circa 21 kg sottobraccio e cesoie, rinvenendo nel veicolo commerciale a lui in uso circa 40 kg di “Hedera Helix”, appena tagliata da un’area vicina, raggiungibile tramite un sentiero.

L’intervento dei Carabinieri Forestali è fondamentale, atteso che, avendo specifiche competenze di contesto, riescono a determinare quale sia il potenziale danno arrecato alle piante, nonché a fornire – attraverso la conoscenza delle coltivazioni nelle diverse aree e del periodo in cui le stesse sono più rigogliose – indicazioni per meglio individuare le zone ritenute sensibili, consentendo ai militari territoriali – che georeferenziano i luoghi dove si sono già verificati analoghi reati – di selezionare i siti in cui eseguire posti di osservazione e controllo, come nel caso di oggi.

Il furto, oltre al danno derivante dalla sottrazione del verde, provoca ai proprietari degli appezzamenti e delle coltivazioni un depauperamento ulteriore dato dal modo indiscriminato con cui viene eseguito il taglio delle piante, che, in taluni casi, ne provoca irrimediabilmente l’essiccazione.

L’arresto è stato convalidato ieri mattina al Tribunale di Imperia.