traforo armo cantarana

Domani, giovedì 8 ottobre, sarà un giorno davvero importante per i collegamenti tra la Liguria e il Piemonte. La terza sezione del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, a Roma, esaminerà il progetto definitivo del traforo Armo-Cantarana tra Pieve di Teco e Ormea (2.852 metri) ed esprimerà un parere in merito. La Provincia di Imperia, unitamente a quella di Cuneo e agli altri enti interessati, parteciperà alla seduta e perorerà la causa di un’opera fondamentale per il futuro della viabilità nel Nord Ovest, proprio nella zona recentemente devastata dalle forti piogge e dalle conseguenti frane che hanno letteralmente cancellato strade, ponti e il collegamento del tunnel del Tenda. 

I presidenti delle Province di Imperia e di Cuneo Domenico Abbo e Federico Borgna dicono: “L’iter procedurale e burocratico per la realizzazione del traforo prosegue e arriva ad una tappa importante. Siamo fiduciosi: è tempo che da Roma arrivi un chiaro segnale di una reale e fattiva collaborazione affinché Liguria e Piemonte possano rapidamente rafforzare la rete viaria ai loro confini. Lo chiediamo a gran voce, per la sopravvivenza e lo sviluppo di un territorio e della sua comunità che ancora una volta sta rialzando la testa con volontà e abnegazione”.

Articolo precedenteImperia: presentazione di un libro sui soccorritori del ponte Morandi e inaugurazione di quattro nuovi mezzi, la Croce Bianca organizza due eventi nel weekend
Articolo successivoIl Principe Alberto scrive a Scullino. Vicinanza ai cittadini colpiti dall’alluvione e contributo in arrivo