video
02:18

Da mesi sono in corso importantissimi interventi nel greto del torrente Argentina in tutto il tratto che percorre la piana di Taggia. Questi lavori si sono resi necessari a causa degli eventi alluvionali del 2 e 3 ottobre che hanno danneggiato sponde, strade e strutture e rilasciato ingenti quantità di materiale che ha rialzato di parecchi metri l’alveo.

“La situazione era davvero urgente, quindi come amministrazione abbiamo anticipato senza esitare tutte le risorse necessarie per intervenire – ci spiega Mario Conio, sindaco di Taggia – uno sforzo di ben 2 milioni che ha certamente comportato dei sacrifici perché dirottare una cifra simile per un intervento puntuale non è semplice per un comune come il nostro, ma è una scelta che abbiamo fatto con assoluta convinzione”.

“Da pochi giorni ci è arrivata conferma che queste somme urgenze vedranno un ristoro importante e per questo ringrazio lo sforzo in prima persona di Regione Liguria e della Protezione Civile“.

Sono in corso proprio in questi giorni i lavori per il ripristino delle griglie presenti nel fiume, realizzate cinquant’anni fa, che permettevano uno scorrimento più omogeneo delle acque. Un impegno in prima persona della Regione che dovrebbe essere ultimato per settembre.

“L’auspicio è – conclude il sindaco – quello di arrivare preparati alla stagione delle piogge con un letto del fiume completamente riqualificato e sicuro“.

Articolo precedenteVentimiglia: i ragazzi del progetto Edu3 di Jobel consegnano la spesa alimentare alla Caritas
Articolo successivoTamponi gratuiti per chi non può fare il vaccino, passa l’ordine del giorno in Consiglio regionale