In luce dell’assemblea dei ragazzi del Centro Aggregativo Giovanile di Levà, convocata in data 19 Dicembre per esortare la riapertura dello stesso, l’Assessore Maurizio Negroni e il Sindaco Mario Conio hanno voluto esprimere un chiarimento a mezzo stampa su una situazione che intendono risolvere non appena possibile. Riportiamo qui di seguito il contenuto della nota:

“Abbiamo appreso dagli organi di stampa delle preoccupazioni emerse in ordine al mancato rinnovo del Centro di Aggregazione Giovanile.

Le problematiche del CAG in realtà, stanno impegnando da tempo l’Assessore Maurizio
Negroni e l’Amministrazione tutta, consapevoli dell’importanza del servizio sino ad ora
svolto. Abbiamo sempre apprezzato quanto fatto dagli educatori e lo spirito di aggregazione dei ragazzi e infatti la consideriamo un’esperienza riuscita e da portare certamente avanti.

Sono però nel tempo emerse alcune difficoltà amministrative e alcune sopravvenute
necessità come ad esempio, l’obbligo di valorizzare lo stabile delle Caserme Revelli nel frattempo diventate di nostra proprietà, entro il 2021 e la consuetudine per noi, non più
accettabile, di prorogare servizi pubblici ad affidamento diretto a soggetti terzi, invece che
affidarli tramite gara pubblica.

Per tale ragione gli uffici sono impegnati nell’individuazione di un progetto e di una sede alternativa che a breve troverà compimento. Nelle more di questa attività è comunque intenzione dell’Amministrazione di procedere ad un’ulteriore ultima proroga di sei mesi del servizio così come ad oggi organizzato, a partire dal mese di gennaio.

Non potremo purtroppo in ultimo essere presenti all’assemblea convocata dai ragazzi per il giorno 19 dicembre 2018 in quanto, abbiamo appreso tardivamente di questo impegno e nel frattempo, avevamo oramai assunto altre attività istituzionali precedentemente concordate.

Il Sindaco sarà infatti impegnato all’Assemblea dei Soci di Anci Liguria in programma a Genova.