video

Spettacoli musicali, rievocazioni storiche, mercatini artigianali: il Comune di Taggia si appresta ad ultimare il calendario delle manifestazioni estive 2021. Una rassegna per promuovere il territorio attraverso gli eventi, che come ogni anno coprono tutte le zone della città, animando l’estate di Taggia, Arma e Levà.

Si inizia domenica 27 giugno con la cerimonia di consegna e innalzamento della Bandiera Blu 2021 in piazza Chierotti (21.30), seguita dall’evento “Posidonia: oro verde del Mediterraneo” a cura dell’associazione Quarto Quadrante.

“A breve termineremo il calendario delle manifestazioni di luglio – dichiara l’assessore al Turismo Barbara Dumarte – un calendario difficile, frutto di grandi valutazioni sia sotto il profilo economico che di sicurezza. Nel momento in cui abbiamo concretizzato il bilancio, abbiamo deciso di dare priorità alla parte sociale del nostro territorio, perciò il calendario ha subito dei grossi tagli a livello economico. Siamo comunque riusciti a portare a termine una stagione estiva importante, dove abbiamo continuato a lavorare sulla promozione del territorio anche negli eventi”.

Tra gli eventi principali, due serate dedicate ai festeggiamenti di San Benedetto (una ad Arma e una a Taggia) e a fine luglio una rievocazione storica dedicata a Sant’Erasmo. Ogni giorno trenino turistico e filodiffusione sul lungomare di Arma, mentre il martedì tornano gli spettacoli per bambini con ‘Circus Time’.

Sarà un’estate di ripartenza – aggiunge l’assessore – noi lo facciamo con tanta emozione e un gran sorriso per tutti. Siamo pronti ad accogliere tutte le persone che vogliono venire a scoprire le nostre bellezze e il nostro territorio. Proprio in questi giorni ho fatto una passeggiata sul lungomare con la filodiffusione di sottofondo, le spiagge sono pronte: è veramente una bella atmosfera. Siamo qui a braccia aperte che aspettiamo un’ottima e un’importante stagione estiva”.

Le riprese con il drone sono di Davide Avena.

Articolo precedenteResoconto del Consiglio Regionale del mattino
Articolo successivoCovid: la zona bianca sostiene il vino Made in Liguria