video
05:26

Dopo la lunga pausa generata dalla pandemia, momento che ha causato il blocco di tantissime filiere compresa quella della ristorazione, torna la fortunata rubrica di Riviera Time Sorsi e Morsi ma con una grande novità.

A raccogliere il timone del format sarà un nuovo inviato che vi presentiamo: si tratta di Ivano Brunengo, delegato provinciale Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) e ispettore che in provincia si occupa di recensioni per la famosa “Guida ai Ristoranti e Vini d’Italia” de L’Espresso.

“Quando parlo di cibo e di vino riesco a farlo benissimo, ma mi rimane molto più difficile presentare ed essere istrionico – sorride – cercherò di trasmettere il più possibile il sapore, i profumi, la costruzione del piatto in modo da poter emozionare chi è a casa”.

In ogni puntata si assaggeranno piatti che portano con loro storia e la creatività: “Cosa importantissima sarà abbinare ogni piatto al vino giusto, prediligendo i prodotti meravigliosi che il nostro territorio ci offre. Sul versante vini abbiamo rossi che oramai han fatto storia, nei vini bianchi invece ritengo che abbiamo alcuni dei più buoni d’Italia, ma noi liguri siamo quelli che li denigriamo di più”.

Sorsi e Morsi è sempre stata ospite di ristoranti di altissimo livello, ma come racconta Brunengo il futuro della ristorazione ha intrapreso una direzione chiara: “Credo che ci sarà sempre spazio per l’altissima cucina, ma il futuro si concretizzerà molto nella trattoria di grande qualità, dove si mangerà bene portandosi a casa un ottimo ricordo e tanta convivialità”.

Diamo quindi il benvenuto al nuovo responsabile di Sorsi e Morsi in attesa di vederlo all’opera.