Sergio Tron ha da poco acquisito il ruolo di consigliere nazionale di Slow Food, oltre al suo impegno come presidente e coordinatore per la regione Liguria.

E’ un percorso lungo, iniziato nell’88, quando Slow Food si chiamava ancora Arci Gola”, dichiara Tron: “Nel ’92 abbiamo fondato la Condotta di Sanremo, e poi strada facendo ho fatto il fiduciario e sono poi diventato consigliere nazionale”.

Il consigliere ha poi spiegato il ruolo più “politico” svolto a livello nazionale, incentrato maggiormente sulla garanzia della missione di Slow Food, mantenendo a livello locale le iniziative conviviali e i vari presidi eno-gastronomici.

Oltre al movimento, si parla molto anche di Terra Madre, nata al di fuori di Slow Food, creata con l’intento di mettere in contatto tutti i contadini del mondo”, aggiunge Tron.

Per chi volesse avvicinarsi e associarsi a Slow Food, chiunque è benvenuto ed è possibile ricevere tutte le informazioni tramite il sito web nazionale.

I prossimi appuntamenti in Liguria saranno ‘Slow Fish’, dal 9 al 12 di maggio, ancora da elaborare con la regione e la Camera di Commercio. Poi ci sarà ‘Slow Cheese’ a Settembre, a Bra. Entrambi gli eventi si svolgono negli anni dispari. Poi ci sarà anche il Salone del Gusto, anche se stiamo lavorando per cambiare un po’ le formule, perché le cose vanno adeguate”, conclude il consigliere.