Situazione Covid nel Ponente, Prioli (Asl 1): "Positivi il 12% dei tamponi effettuati giornalmente"

In occasione della presentazione, ieri, della nuova sala di rianimazione dell’ospedale Borea di Sanremo, abbiamo fatto il punto della situazione Covid con il direttore dell’Asl 1 Imperiesiese, Marco Damonte Prioli.

Stiamo assistendo a una crescita. Abbiamo avuto ieri 9 ricoverati e contiamo ogni giorno dai 100 ai 120 nuovi positivi. Considerando che l’altro ieri abbiamo effettuato 1004 tamponi la percentuale dei nuovi contagi sui test fatti è di circa il 12-13%,” ha spiegato.

Stando ai dati di ieri, che potrebbero variare con la pubblicazione del nuovo bollettino questa sera, sono 931 i positivi in provincia di Imperia. Di questi 74 si trovano in ospedale e 3 in terapia intensiva.

Fortunatamente c’è una crescita assolutamente inferiore delle terapie intensive. Siamo a circa un quarto dei letti occupati rispetto al periodo di massima pandemia precedente e questo ci aiuta a programmare l’attività,” ha aggiunto.

Si entra nella cosiddetta fase 4 che prevede la conversione dell’ospedale Borea di Sanremo a centro per la cura dei malati Covid. A regime saranno disponibili 195 posti letto dedicati; 18 i letti della terapia intensiva. Prioli: “I numeri che stiamo registrando in questi giorni ci danno uno spazio di 15-20 giorni per riuscire ad arrivare a questo punto.”

Al momento l’ospedale sanremese ospita alcuni pazienti provenienti da Genova. Una situazione che il direttore dell’Asl locale ha definito di mutuo aiuto con le altre strutture regionali. Pazienti dell’imperiese, nel caso di necessità, potrebbero eventualmente essere accolti da strutture fuori provincia.

“In base alle tempistiche di attivazione delle varie strutture c’è un costante contatto con gli ospedali coordinati da Regione Liguria. Abbiamo accettato dei ricoveri provenienti dal Villa Scassi che sta vivendo un momento di estrema difficoltà, ma qualche paziente imperiese, se necessario, potrà essere trasferito in una residenza sanitaria assistita Covid che si trova a Genova. Questo ovviamente, solo se sarà indispensabile. Stiamo ora attivando 50 posti letto in provincia di Imperia di Rsa Covid e ci auguriamo che i nostri cittadini possano essere ospitati da quella struttura,” ha concluso il direttore dell’Asl 1.