video
07:27

“È allucinante”. Lo ha ripetuto più volte il presidente della provincia Claudio Scajola nel commentare, nell’odierna seduta del consiglio provinciale, quanto scritto su alcuni organi di stampa ed emerso dall’inchiesta per presunta corruzione che coinvolge l’ormai ex sindaco di Aurigo Luigino Dellerba e i costruttori Vincenzo e Gaetano Speranza.

Scajola ha dapprima letto le dimissioni di Dellerba, surrogato da Vittorio Ingenito, per poi aggiungere un proprio pensiero personale dicendo: “… ritengo e ho sempre ritenuto Luigino una persona per bene. Il mio giudizio ci potrà essere quando avremo conoscenza di questa vicenda”.

Il presidente ha poi risposto a un intervento del consigliere Domenico Abbo e proprio in questo frangente ha utilizzato la parola suddetta ‘allucinante’ riferita al progetto di costruire un parcheggio in corso Roosevelt per il quale ha detto: “Mi chiedo come sia possibile che possa apparire che un terreno non acquisito, ma in fase di trattativa, preveda non solo un progetto approvato ma anche addirittura chi avrebbe dovuto fare il lavoro pubblico per realizzare il parcheggio. Ho piena fiducia negli uffici perché se hanno predisposto le pratiche non potevano avere nessun titolo, nessuno, e quindi neanche il dimissionario consigliere Dellerba, a poter individuare addirittura che il lavoro si sarebbe fatto e che sarebbe stato attribuito a un costruttore. È una vicenda allucinante. Una cattiva informazione deforma sempre la realtà delle cose”.

Scajola ha poi dato lettura degli appalti assegnati alla Edilcantieri dalla Provincia in risposta alle tante, parole sue: “…considerazioni emerse su questa impresa”.

“Ho fatto fare dagli uffici qui e da quelli del comune una verifica quantitativa e qualitativa delle opere realizzate da questa impresa – ha detto. Negli anni 2020, 2021, 2022 l’ente ha provveduto a 220 assegnazioni per un totale di 17 milioni di euro. Di queste solo 9 sono state date alla Edilcantieri per un importo di 357mila euro, pari dunque all’1,9% del totale dei lavori affidati. Questo, come ha tranquillizzato me, tranquillizzerà voi e anche i predecessori che sono stati presidenti o consiglieri in questo ente”.