video

Questa mattina, presso la Sala Auditorium del Museo Navale di Imperia, un convegno dal titolo: “Santuario Pelagos. Un ecosistema da riscoprire e valorizzare”.

L’incontro, promosso dal Comune di Imperia e dalla Capitaneria di Porto, è stato un’occasione per ribadire l’importanza del patrimonio naturalistico del nostro mare in generale e in particolare per sensibilizzare alle tematiche connesse al Santuario Pelagos.

La straordinaria presenza di cetacei, sia come varietà, che come quantità, ha portato all’istituzione del Santuario Pelagos – area marina protetta compresa nel territorio francese, monegasco e italiano (Liguria, Sardegna e Toscana), istituito nel 1991 dal Ministero dell’Ambiente – una realtà tanto straordinaria quanto poco conosciuta dalla maggioranza della popolazione.

Dopo i saluti di apertura da parte del Comandante della Capitaneria di Porto C.F. Marco Parascandolo e dell’Assessore alla Cultura Nicola Podestà, il convegno è stato arricchito dagli interventi di esperti molto qualificati, attivamente impegnati nella tutela dell’ambiente marino:

– “Il ruolo della Guardia Costiera nella tutela del Santuario Pelagos” – s.t.v. Giulia Sorrentino, Capo Servizio Operazioni Capitaneria di Porto
– “I cetacei del Santuario Pelagos, uno straordinario patrimonio del ponente ligure” – Sabina Airoldi, direttrice del progetto Cetacean Sanctuary Research dell’Istituto Tethys
– “La biodiversità dell’ambiente marino costiero nella provincia di Imperia” Susanna Manuele, vice presidente dell’Associazione di divulgazione scientifica Informare
– “Delfini del ponente ligure, conoscere per proteggere” Barbara Nani, naturalista , presidente cooperativa Costa Balenae – Davide Ascheri, biologo marino