riprendiamoci il comune

Mentre si accende la corsa alle elezioni nell’imperiese e si respira anzitempo nella città matuziana, sempre più blindata, il clima festivaliero, il prossimo 28 gennaio alle 17,30 presso il circolo Acli San Martino, viene presentata la campagna “Riprendiamoci il Comune”, sostenuta da numerose associazioni, reti, sindacati e localmente promossa dalle realtà Acli San Martino, Aifo, Attac, Cimap, Cittadinanzattiva, Fridays For Future, Intemelia 25 Aprile, Popoli in Arte e Rete Sanremo Solidale.


“La disaffezione e l’astensionismo dilagano fra gli elettori”, affermano i promotori dell’iniziativa, “La discesa della partecipazione al voto non conosce punti di arresto, il movimento verso il basso è progressivo e apparentemente inarrestabile. La minore affluenza al voto amministrativo rispetto a quello politico è una costante. Quasi sfondata ormai la soglia del 50% alle comunali, fin dove si arriverĂ ? Quanto potrĂ  ancora essere percepito come legittimo un potere pubblico fondato su basi tanto esigue e in continuo assottigliamento?”

“E’ in questo quadro che si colloca la campagna “Riprendiamoci il Comune”, ossia noi cittadini, per riappropriarci dell’organizzazione collettiva delle comunitĂ  locali e del controllo dei nostri risparmi, oggi in buona parte depositati nella Cassa Depositi e Prestiti, e utilizzati per finalitĂ  estranee ai nostri interessi”, prosegue il comunicato, “Le due proposte di legge intervengono su alcune contraddizioni generali dell’attuale situazione dei Comuni e provano a rispondere a due domande fondamentali: quali devono essere gli obiettivi e le modalitĂ  decisionali di un Comune? Attraverso quali risorse e con quali modalitĂ  un Comune si può finanziare?”


“Tutta la cittadinanza, le amministratrici e gli amministratori del territorio sono invitati a condividere il percorso di una campagna che propone di restituire un ruolo pubblico, sociale, ecologico e relazionale ai Comuni, luoghi della democrazia di prossimitĂ ”, conclude il comitato.