L’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, è intervenuta in merito alla rissa divampata questa notte all’interno del pronto soccorso di Sanremo.

La lite, scoppiata tra alcuni uomini di nazionalità straniera, ha avuto come teatro la sala d’aspetto del pronto soccorso. Immediatamente i pazienti e i loro famigliari sono stati messi al sicuro e allontanati, mentre gli uomini sferravano calci e pugni.

Il personale sanitario e una guardia giurata presente sul posto hanno immediatamente allertato i Carabinieri, mettendo in sicurezza le persone che si trovavano in sala d’attesa dopo aver accompagnato i propri familiari al Pronto soccorso, chiuso temporaneamente.

Diversi danni per il pronto soccorso, dove è stata danneggiata anche la porta automatica d’ingresso agli ambulatori.

Le forze dell’ordine hanno bloccato la rissa e in questo momento stanno accertando le dinamiche dell’accaduto.

“Non è accettabile che nel luogo in cui si salvano vite umane vengano commessi reati di questo genere. Mi auguro che venga fatta immediata chiarezza e i responsabili vengano rimpatriati. Ringrazio le forze dell’ordine che sono intervenute tempestivamente e tutto il personale sanitario in servizio”. Questo il commento della vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale.

“I Carabinieri, utilizzando anche lo spray urticante in dotazione, sono riusciti a sedare la rissa – spiega il direttore generale della Asl1 Marco Damonte Prioli – evitando conseguenze per il personale, i pazienti e i loro accompagnatori. La porta d’ingresso e alcune suppellettili della sala d’attesa sono state danneggiate ma già questa mattina tutto era stato ripristinato e il Pronto soccorso era pienamente operativo”.