Dopo la rimozione di appena 11 giorni fa, davanti al Pronto Soccorso di Sanremo è stata nuovamente installata questa mattina la tenda pre-triage. Il presidio era stato installato a marzo per gestire in sicurezza i casi di autopresentazione in ospedale al fine di identificare eventuali casi sospetti di Covid-19, così da garantire percorsi alternativi. L’assenza di casi frequenti di autopresentazione aveva permesso di smontare la struttura garantendo comunque percorsi sicuri. 

Ci si sta quindi interrogando sui motivi dell’installazione.

In vista c’è la ripresa di alcune attività classiche, compreso quella di Pronto Soccorso, nell’ospedale Borea di Sanremo che in questi mesi è stato esclusivamente dedicato alla gestione dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Nei giorni scorsi, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri aveva chiesto la riapertura dell’ospedale sanremese alle classiche attività dichiarando che altri mesi in questa situazione sarebbero stati insostenibili. La sua proposta è quella di riaprire il padiglione Borea mantenendo gli altri due (Giannoni e Castillo) quale area Covid.

Contattata da Riviera Time, l’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, risponde: “La programmazione è chiara. Con la diminuzione dei ricoveri stiamo studiando le modalità per riorganizzare il sistema sanitario in questa fase 2. Mantenendo, come da obbligo ministeriale, posti letto Covid da poter attivare in 72 ore, ma allo stesso ricavare spazi utilizzabili per altre attività. In questa fase intermedia c’è la volontà di recuperare degli spazi e stiamo cercando di capire quali numeri dobbiamo avere per adempiere agli obblighi ministeriali.”

Nonostante la reinstallazione della tenda pre triage l’assessore sottolinea però che il percorso mantenuto finora deve proseguire. “No ad autopresentazioni in ospedale. La procedura rimane sempre la stessa: contattare telefonicamente il 112 che darà tutte le indicazioni da seguire. È necessaria una selezione a monte perché la gestione dei casi avvenga in totale sicurezza,” spiega l’assessore.

Al momento non arrivano conferme sulle tempistiche della riconversione del Pronto Soccorso e di altri spazi né dalla Regione né dall’Asl 1 Imperiese. Certo, però, si stanno svolgendo numerose riunioni anche in queste ore e nella giornata di oggi è attesa una comunicazione ufficiale da parte dell’Asl 1 sulle ragioni della nuova installazione della tenda pre triage.

Articolo precedenteDecreto Rilancio approvato dal governo: “Una manovra da 55 miliardi, erogazioni più rapide rispetto a prima”
Articolo successivo“Impossibile applicare linee guida Inail alla situazione ligure”, la preoccupazione della Camera di Commercio Riviere di Liguria