tenda triage pronto soccorso sanremo

Come anticipato ieri da Riviera Time, l’ospedale di Sanremo si avvia ad un graduale ritorno alla normalità con una rimodulazione dell’offerta di posti letto e il ripristino del pronto soccorso no Covid. Questa fase avviene nel rispetto delle indicazioni ministeriali e regionali, finalizzate a mantenere un numero sufficiente di posti letto Covid per garantire la cura dei cittadini ancora affetti dalla malattia.

Da oggi, l’ospedale di Sanremo è dotato di un’area di degenza pulita e la riattivazione del Pronto Soccorso è garantita da percorsi separati per pazienti Covid e no Covid e anche mediante l’azione di filtro offerta dalla tenda pre triage riallestita il 14 maggio. A tal proposito, si ricorda ai cittadini di evitare di autopresentarsi al pronto soccorso ma, in caso di presenza di sintomi e necessità, di telefonare al proprio medico o al 112. La centrale operativa del 118 indirizzerà i pazienti nei vari presidi ospedalieri in base alla patologia presentata e per competenza territoriale.

L’evoluzione del quadro epidemiologico e l’aumento della circolazione dei cittadini hanno determinato un aumento di patologie classiche (cardiologiche, traumatiche e neurologiche) con un’evidente necessità di garantire un’assistenza omogenea per patologie Covid e non Covid all’interno dell’ospedale di Sanremo.

La rimodulazione dell’offerta di posti letto (che avviene previa sanificazione ambientale di tutti i locali oggetti di trasferimento e ridestinazione), è così articolata:

  • un’area di degenza Covid, come previsto dalle indicazioni regionali. Tale area è suddivisa tra i padiglioni Castillo e Giannoni. Nel padiglione Borea è predisposta anche un’area per la valutazione di pazienti negativi e sospetti.
  • un’area di degenza No Covid che, oltre alla riattivazione del pronto soccorso, inizialmente si articola in 19 posti letto di medicina d’urgenza, 3 posti letto di Rianimazione, 4 posti letto Utic e 6 posti letto di Cardiologia e a breve 18 posti letto di Medicina. Per le urgenze, sono attive le sale operatorie del 1° piano centrale.
  • Le restanti specialità continuano ad essere garantite negli altri stabilimenti ospedalieri.

“È uno sforzo organizzativo finalizzato a dare una risposta alle necessità di cura dei pazienti con patologie non Covid. Ringrazio tutto il personale impegnato nella ripartenza per una ripresa graduale dell’attività ordinaria negli ospedali e negli ambulatori” – dichiara Sonia Viale, Vicepresidente e Assessore alla Sanità di Regione Liguria.

“Si tratta di un primo passo della fase 2 che, nel caso di ripresa della pandemia, consentirà una rapida riapertura dei posti letto Covid. – Afferma la Direzione aziendale di ASL1 – Gli interventi previsti, permetteranno di riattivare gradualmente le funzionalità del presidio ospedaliero di Sanremo e dell’intera rete di assistenza della provincia di Imperia. L’impegno di ASL1, in linea con Alisa e l’Assessorato alla Sanità, è quello di fornire il miglior servizio ai cittadini anche in questa fase emergenziale di pandemia”.

Articolo precedenteScuola, Lega Giovani: “Su maturità nessun atto, solo proclami sui social”
Articolo successivoPiscina Felice Cascione, PD Città di Imperia: “Vigileremo sullo svolgimento e tempistiche annunciate”