carabinieri sanremo

I Carabinieri del Comando Provinciale con il supporto dei militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro stanno proseguendo gli accertamenti per verificare il possesso dei requisiti da parte di coloro i quali hanno chiesto di poter percepire il reddito di cittadinanza ovvero lo stanno già incamerando.


Nell’ambito di quest’attività trentatré persone, prevalentemente straniere, sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia di Sanremo per aver percepito l’emolumento in mancanza dei requisiti richiesti dalla normativa in vigore.

Le persone segnalate hanno attestato falsamente di essere residenti in modo continuativo nei comuni di Sanremo e Taggia, quando dagli approfondimenti svolti dai militari delle due Stazioni è immediatamente emersa la carenza del requisito della residenza in Italia da almeno dieci anni al momento della presentazione della domanda, di cui gli ultimi due in modo continuativo.


Sono state avviate le procedure per il sequestro delle carte su cui le somme erogate vengono accreditate, nonché per il recupero di quelle già percepite, pari a circa 220.000 Euro. Le posizioni saranno ulteriormente esaminate per verificare l’eventuale mancanza di altri requisiti richiesti dalla normativa di settore.

Articolo precedenteRiapertura scuole in Liguria, approvato odg del PD: “Un tavolo di monitoraggio costante per garantire lezioni in presenza e misure adeguate per arginare la dispersione scolastica”
Articolo successivoIntervista al candidato consigliere di ‘Vivere Diano’ Bregolin: “Pronti per proseguire nel cambiamento che la città ha intrapreso”