Il colpo secco di una racchetta al campo da tennis, una bici che sfreccia veloce sulla pista ciclabile. Le risate dei turisti al porto vecchio, mille voci che si confondono tra i negozi del centro. Il suono delle onde che si infrangono sulla battigia fa da sfondo alle giornate vissute in riva al mare.

Nei caruggi della Pigna, i passi affrettati di chi rientra a casa, le porte dei locali che si aprono all’ora di pranzo. Il profumo della sardenaira che attira i clienti e, sui fornelli, il pesce fresco appena pescato.

Da Bussana Vecchia a Santa Tecla, dai giardini delle splendide ville storiche ai negozi di via Matteotti, e poi ancora il Casinò, i campi da golf, il Santuario della Madonna della Costa. Ognuno di questi luoghi racchiude suoni unici e inconfondibili. Una melodia che rende Sanremo la città della musica.

Informazione pubblicitaria

Articolo precedenteCovid: 111 nuovi positivi in Liguria, 19 in Asl1
Articolo successivoCovid, Toti: “Pronti ad applicare circolare del Ministero sui vaccini utilizzabili per dosi booster”