È stata approvata oggi dalla Giunta comunale la delibera quadro per promuovere istanza di finanziamento per complessivi 15 milioni di euro che presenterà Regione Liguria al Ministero delle Infrastrutture nell’ambito dei “Programmi Innovativi per la Qualità dell’Abitare”, in un progetto che ammonta a complessivi 30 milioni di euro.

L’obiettivo del programma promosso dalla Regione Liguria e dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con IRE, ARTE e Unione Industriali, sul quale sono state coinvolte in tutte le fasi organizzative le associazioni del territorio, è la riqualificazione ambientale, sociale, abitativa e culturale della Pigna: gli interventi finanziati definiranno una strategia che consentirà di creare un effetto volano capace di traguardare nel medio-lungo periodo la completa riqualificazione fisica e sociale del borgo, con salvaguardia e valorizzazione dei valori storici e ambientali.

Il progetto si articola in tre filoni d’intervento principali: edilizia residenziale pubblica (con il coinvolgimento di Arte), edilizia privata (finalizzata al recupero, al risanamento e alla riqualificazione di immobili privati) e opere pubbliche (tra cui giardini, piazze, strade, palazzi della Pigna). Al progetto hanno aderito molti privati cittadini residenti del quartiere, nonché gruppi privati.

Accanto a questi interventi si inserisce poi il filone di intervento sulle agevolazioni fiscali (IMU e Tosap), che saranno poi sottoposte al Consiglio comunale.

“È un progetto di cui sono molto orgoglioso – ha commentato il sindaco Alberto Biancheri – e per il quale ringrazio la Regione, i nostri uffici, il segretario generale, le associazioni di quartiere coinvolte, gli assessori e i consiglieri comunali che ci hanno lavorato. Credo che si sia fatto un ottimo lavoro progettuale, ora non resta che sperare che l’istanza di finanziamento venga accolta. Per la Pigna, e di conseguenza per l’intera Sanremo, sarebbe un punto di svolta cruciale, non solo in termini di riqualificazione urbanistica, ma anche come volano turistico e commerciale”.

“La Regione sta lavorando per realizzare a Sanremo un progetto ambizioso.” Afferma l’assessore regionale all’Urbanistica, che prosegue, “Il bando “Qualità dell’abitare” rappresenta una grande opportunità, che vogliamo cogliere per poter realizzare una riqualificazione a 360 gradi della Pigna, che rappresenta la memoria storica di Sanremo. Un’area nevralgica per la città, che necessita da anni di interventi importanti, sia dal punto di vista strutturale, che socio-economico. Un progetto completo di riqualificazione come mai accaduto prima per dare vivibilità, opportunità e qualità all’intero centro storico. Il progetto “disegna” la Pigna come un quartiere che rappresenta un’attrazione per i turisti, che racconta la nostra terra, i suoi prodotti e la sua storia, che si basa su criteri di sostenibilità e si ispira alle smart city. Con IRE, l’Agenzia Regionale, il settore Urbanistica di Regione Liguria, abbiamo elaborato un progetto ambizioso e di qualità. Il tutto in sinergia con il Comune di Sanremo, ARTE Imperia, Unione Industriali e le tante associazioni che stanno collaborando con impegno e passione.”

Articolo precedenteUrbanistica, l’assessore regionale Scajola: “Linee guida della Soprintendenza su bonus 110% e facciate tracciano percorso carico di burocrazia. Lettera a Franceschini per snellire iter”
Articolo successivoSindaco, assessore, Fiorello e Amadeus rischiano “scomunica per blasfemia”?