Con l’arrivo del mese di settembre, abbiamo fatto un bilancio della stagione estiva nel ponente ligure con il sindaco di San Bartolomeo al Mare Valerio Urso.

La città di Ponente conferma il trend turistico positivo degli scorsi anni, con un dato però in leggera controtendenza: “Una considerazione personale – spiega il sindaco – è che quest’anno ci sia stata un po’ meno capacità di spesa da parte di chi è venuto a soggiornare in città, ma in termini di utenza il numero rimane alto”.

Dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi a Genova, la Liguria è rimasta divisa in due sul fronte viabilistico. Questo però non sembra aver influito sulle presenze turistiche finora registrate nel Ponente ligure. “Ad oggi non ci sono state ripercussioni, però il mio è un appello serio affinché le istituzioni si adoperino immediatamente. Bisogna dare un’alternativa viabilistica, dare risposte per quanto riguarda il porto di Genova, turistico e commerciale”, aggiunge il sindaco Urso.

Problema storico del Golfo Dianese, che ha un impatto negativo anche sul turismo, è l’approvvigionamento idrico. La scorsa stagione è stata caratterizzata da numerosi guasti all’acquedotto che hanno messo più volte in ginocchio tutto il golfo lasciandolo per ore senz’acqua. “Quest’anno è andata abbastanza bene” commenta il sindaco, “nonostante gli sforzi e le spese aggiuntive che abbiamo dovuto sostenere come Comune”.