video
04:00

Rocchetta Nervina, borgo sul Rio Barbaira, da settembre 2020 è amministrato dal sindaco Claudio Basso.

La sua Giunta ha affrontato il post lockdown e la conclusione delle somme urgenze dell’alluvione 2019, che ricordiamo isolò per diverso tempo il borgo e solo grazie all’intervento del genio militare si riuscì a risolvere provvisoriamente la situazione, prima dei lavori definiti conclusisi in breve tempo.

Oggi si preparano le sfide progettuali del PNRR con il bando per la rigenerazione dei borghi storici, che verrà presentato congiuntamente ai Comuni di Dolceacqua e Pigna, su cui Rocchetta Nervina vuole puntare per migliorare la fruizione ad una delle risorse principali del comune: l’acqua e il Rio Barbaira.

Questo attraverso la messa in sicurezza e il miglioramento dei percorsi che conducono ai laghetti e ai percorsi di canyoning, che ogni anno attirano migliaia di turisti da tutta Europa, oltre che la creazione di un centro di formazione per guide outdoor nel complesso dell’ostello a ingresso paese.

Outdoor e non solo nei piani dell’amministrazione come ci spiega lo stesso sindaco Claudio Basso, che ai nostri microfoni fa anche un bilancio su questo primo anno e mezzo di mandato.