video
03:31

Si parla molto di costa e di turismo, ma come sta andando nelle nostre valli? In particolare per l’outdoor di cui da qualche tempo si parla molto?

Abbiamo incontrato la guida alpina Fabien Artero che da oltre 15 anni opera nel nostro territorio: “La stagione sta andando bene, molti turisti sono stranieri, tedeschi, olandesi, danesi e svedesi che apprezzano moltissimo le valli, mentre gli italiani spesso vengono perché conoscono già il territorio avendo magari parenti o conoscenti”.

L’outdoor comprende diverse discipline, dall’escursionismo alla bici, passando per l’arrampicata e molte altre, ma in questo periodo di calura il canyoning può essere un ottimo modo per passare una giornata divertente e nel refrigerio dei nostri torrenti.

“Qui tra le Alpi Marittime e Liguri, che sono un tutt’uno anche se c’è la frontiera, ci sono più di 150 canyon, naturalmente ci concentriamo su alcuni che sono più accessibili a famiglie, come il Grugnardo e Argentina qui tra Triora e Molini, oppure il Rio Barbaria a Rocchetta Nervina oppure in Val Roja un bel percorso adatto soprattutto ai bambini che iniziano, come Fanghetto“.

Grande attenzione soprattutto per i rischi che la montagna porta con sé, come si spiega Artero: “Il rischio zero non esiste mai, ma è fondamentale l’osservazione, essere sempre attrezzati non sottovalutando la montagna e se non ci si sente è meglio tornare indietro e cambiare obiettivo, la cosa importante è passare una bella giornata e che i bambini si divertano”.