video
04:24

Sabato 7 e domenica 8 maggio a Triora si terrà la prima edizione del “Rise fly fishing film festival“, un appuntamento che porta nell’alta valle Argentina una disciplina ancora poco conosciuta in zona, ma che nel resto del mondo sta ricoprendo sempre più un ruolo di spicco nell’offerta turistica.

Parliamo della pesca a mosca, una particolare disciplina in cui si simula il volo di un insetto sul pelo dell’acqua con esche appositamente costruite, che sono di per sé delle piccole opere d’arte. Il pesce ingannato abbocca per poi venire rilasciato: una pesca quindi rispettosa dell’ambiente e non invasiva che permette di godere sia del fiume che della quiete dell’ambiente circostante, una vera e propria immersione nel territorio nel suo totale rispetto.

A Triora, grazie ad importanti collaborazioni del settore come H2O Magazine, nelle due giornate organizzate per dimostrare la pesca a mosca, saranno proiettati i migliori video al mondo sull’argomento, un’opportunità per comprende questa esperienza visitando infiniti scenari per la prima volta proposta in Italia.

“In Trentino la pesca a mosca è a tutti gli effetti un’attività turistica che richiama molte persone – ci spiega Fulvio Oliva che ha organizzato l’evento assieme ad Augusto Borelli, Giorgio Cavatorti e Simone Ardigò – riuscire a proporla anche in alta valle Argentina può diversificare l’offerta turistica e far riscoprire i nostri splendidi luoghi. Ringrazio per la collaborazione nel realizzare questa impresa H2O Magazine, Il gesso della Regina, Sim Fly, Geo Ticket e il Comune di Triora”.

Ed il fatto che tutte le strutture ricettive della zona siano al completo fa ben sperare per la nascita di un’ulteriore ricchezza per il nostro fantastico entroterra.