video

Settimana cruciale per il futuro del sistema idrico della Provincia di Imperia.

Dopo la firma, lo scorso 30 dicembre, che ha sancito il conferimento del ramo idrico di Amaie in Rivieracqua, in questi giorni in Regione si è discusso il piano di programmazione di tutti gli investimenti sul ponente ligure. Il progetto prevede il raddoppio e la sostituzione della rete idrica Roja – Ventimiglia – Andora: si tratta di un mega finanziamento di 29 milioni, dei quali Sanremo potrà usufruire per una cifra che oscilla tra gli 8 e i 9 milioni.

All’indomani del tavolo tecnico che ha messo a confronto i Cda di Amaie e Rivieracqua (con i relativi tecnici), il commissario Gaia Checcucci e il Comune di Sanremo, l’assessore al Bilancio e alle Società Partecipate, Massimo Rossano, è intervenuto ai nostri microfoni.

“È stato un tavolo molto importante, dove sono state poste le basi per l’intervento che Amaie, unitamente a Rivieracqua, dovrà fare nell’immediatezza: mettere mano al Roja bis nella misura di 1 milione e 600 mila euro – dichiara Rossano. – Di conseguenza, Rivieracqua potrà mettere in piedi questo programma importantissimo per la stagione turistica 2021. Abbiamo anche voluto fare un passo ulteriore sul concordato: è stata fatta un’accelerazione in quello che è stato il contratto d’affitto d’azienda del ramo idrico da Amaie nei confronti di Rivieracqua. L’obiettivo finale è il conferimento del ramo idrico.

Come Comune, vogliamo dare certezze a quello che residuerà della società Amaie, in quanto il sistema elettrico dovrà essere tutelato e da mesi si sta lavorando in questo senso. Sul tavolo quindi ci sono state varie argomentazioni: ramo idrico, salvaguardia del ramo elettrico e programmazione di quello che potrà essere il futuro conferimento. Un’attenzione poi ai Comuni limitrofi, il tutto per dare un peso a ciascun socio all’interno di Rivieracqua, che dovrà essere trasformata in Spa, con poi la presenza di un privato. Oggi siamo sicuramente più ottimisti”.