Referendum, il sindaco di Badalucco Orengo: “Mossa che lascia spazio solo alla pancia"

Il 20 e 21 settembre i cittadini saranno chiamati ad esprimersi sul referendum costituzionale riguardante il taglio dei parlamentari. Riviera Time, con una serie di interviste, ha deciso di chiedere un parere ad alcuni rappresentati e amministratori del Ponente ligure con lo scopo di creare un dibattito a livello locale sull’argomento.

Questa l’opinione del sindaco di Badalucco, Matteo Orengo: “C’è una forte pressione da parte dell’opinione pubblica per una riduzione dei parlamentari. Un taglio lineare senza alcuna valutazione sulla qualità, l’opportunità e la rappresentatività di alcuni territori credo si una mossa che lascia spazio solo ed esclusivamente alla pancia e non alla ragione.”

Il quesito del referendum confermativo recita così:

“Approvate il testo della Legge Costituzionale concernente “Modifiche degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n. 240 del 12 ottobre 2019?”

Se vincerà il ‘sì’, i parlamentari passeranno dagli attuali 945 a 600. I deputati alla Camera passeranno da 630 a 400, mentre i senatori da 315 a 200. Essendo un referendum confermativo, non è previsto il raggiungimento del quorum.