video
03:28

Il Consiglio di Stato ha deciso la proroga fino a dicembre 2023 delle concessioni balneari. Tutte le concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative in essere continuano quindi ad essere efficaci sino al 31 dicembre 2023; oltre tale data, anche in assenza di una disciplina legislativa, cesseranno di produrre effetti.

“L’ennesimo atto che dimostra un atteggiamento schizofrenico in questa materia – ci rivela il sindaco di Taggia Mario Conio – la situazione concessioni va certamente riordinata, ma parliamo della pelle delle nostre famiglie, di persone che hanno basato il proprio futuro su questo, un balletto su proroghe prima autorizzate e poi negate fino a questo termine ravvicinatissimo che cade come una mannaia sulle famiglie. Ieri è toccato ai tassisti, oggi ai balneari, domani alle licenze ambulanti”.

Interviene anche il consigliere regionale Chiara Cerri che conferma l’appuntamento di martedì: “Un tema che tocca pesantemente tutta la nostra regione. L’assessore Marco Scajola che presiede al tavolo interregionale del demanio ha richiesto un incontro martedì in videoconferenza tra le Regioni e il Ministro al Turismo Massimo Garavaglia per affrontare il problema. Quando un tribunale decide dove avrebbe dovuto decidere la politica c’è qualcosa di sbagliato”.

Articolo precedenteRegione Liguria approva la deroga pro Black Friday. L’assessore regionale Benveduti: “Occasione per vivacizzare un mercato colpito dalla crisi”
Articolo successivoNuovo riconoscimento per il food designer Mauro Olivieri: “The WineHunter Award” assegna al suo “Cuore Nero” il Platinum Award 2021