video
05:06

Sono scattati ufficialmente questa mattina i saldi invernali 2022. Nella nostra provincia, prossima al colore arancione in ambito diffusione pandemia, l’avvio delle svendite nelle prime ore ha sortito reazioni diverse, tra chi si aspettava un maggior afflusso e chi invece sembra aver iniziato con il piede giusto.

Nella centrale e pedonale via Matteotti a Sanremo questa mattina c’era tanta gente, molti turisti ancora in città per gli ultimi giorni delle vacanze prima del rientro a scuola lunedì 10. Nonostante un meteo incerto con ancora nuvole sparse e qualche occasionale goccia di pioggia, le persone non si sono lasciate scoraggiare anche solo per fare un giro e dare un’occhiata ma qualcuno ha già iniziato a fare acquisti.

“In molti sono entrati per guardare e chiedere informazioni – hanno detto gestori e commesse del settore abbigliamento – e qualcuno ha anche colto al volo l’occasione che cercava”. In generale, sulle vetrine del centro spiccano le scritte ‘Saldi’ e le percentuali degli sconti praticati che quasi dappertutto sono compresi tra il 20% e il 50% con qualche rarissima eccezione che arriva sino al 70%.

“Se si tratta di merce di stagione uno sconto sino al 50% è più che legittimo, chi pratica tagli con percentuali maggiori è da valutare – dice Paolo La Vista del direttivo Confcommercio provinciale – ma quando finisce il periodo di vendite scontate a Sanremo noi organizziamo un fine settimana di ‘Saldi di gioia’ e in quell’occasione gli sconti praticati sono sempre più alti proprio per chiudere in bellezza la fine dei saldi”.

“Siamo soddisfatti di come sono andate le vendite nel periodo natalizio – dice Luca Lombardi – che sono state in linea con quelle del 2019 e con quelle dell’anno scorso almeno sin quando siamo rimasti aperti. Siamo riusciti a partire con i saldi in contemporanea con Piemonte e Lombardia e ad avere una settimana di vantaggio sulla Costa Azzurra e stamattina l’avvio è stato…frizzante”.

“Certamente non sono i saldi di qualche anno fa – prosegue Lombardi – il mercato online ha modificato le regole. Sinora abbiamo lavorato bene con la clientela locale e con quella delle seconde case, sono mancati invece i clienti internazionali degli alberghi a fronte delle tante disdette ricevute a Natale”.

“Aspetto ancora prima di esprimere un giudizio sulla partenza dei saldi – dice Daniela che gestisce Stefanel a Ventimiglia e Sanremo – aspettiamo fiduciosi, gente in giro ce n’è tanta. Iniziare la vendita promozionale una settimana prima dei francesi è positivo anche se loro sono alle prese con un’ondata di Covid peggiore della nostra. Qui a Sanremo aspettiamo, intanto a Ventimiglia stiamo già ottenendo grosse soddisfazioni”.

“Io e le ‘mie’ ragazze siamo tutti vaccinatissimi – conclude Daniela – ai clienti non chiediamo il green pass, i camerini, il negozio e la cassa vengono sanificati in continuazione e non lasciamo che qualcuno si tolga la mascherina. Da queste regole non si transige, piuttosto perdo una vendita ma bisogna fare il possibile per limitare i contagi”.

I saldi in Liguria finiranno il 18 febbraio.

Articolo precedenteTurismo, l’assessore regionale Berrino: “Settore nuovamente in difficoltà, governo proroghi cassa integrazione Covid fino a fine emergenza”
Articolo successivoIl bilancio dell’attività della Questura di Imperia nell’anno 2021: 153 gli arresti e 1.159 denunce