video

Mauro Serra, portavoce del Comitato pendolari del Ponente ligure, esprime ai nostri microfoni la preoccupazione per l’uscita del nuovo orario estivo, in quanto potrebbe portare la soppressione dell’ultima coppia di Thello rimasti.

“Chiediamo a Trenitalia – afferma Mauro Serra – che vengano sostituiti i Thello soppressi in precedenza con altri Intercity, anche la Regione Liguria si è interessata a questa problematica scrivendo al Ministero dei Trasporti. Siamo molto preoccupati per ciò che sta accadendo, perché la soppressione di questi treni andrà a coinvolgere l’aspetto turistico, inoltre la posizione a monte delle nuove stazioni, essendo decentrata, non incentiva l’utilizzo di questo mezzo.”

Il MIT non sembra ancora essersi espresso sulla possibilità di finanziare coppie di Intercity sulle tracce esistenti dei treni a mercato soppressi: 142,144,145,147 e viene data quasi per certa la soppressione anche delle corse 160 e 139. “Questo darà un colpo di grazia non indifferente ai collegamenti ferroviari tra Lombardia e ponente della Liguria: si verrà a creare un enorme “buco” nell’orario, poiché dalle 10.58 fino alle 18.58 non ci saranno più collegamenti veloci da Genova verso Ventimiglia”.

“Auspichiamo – prosegue Serra – in una risposta positiva da parte del Ministero dei Trasporti per il ripristino dell’Intercity Torino-Ventimiglia via Genova e viceversa. Non solo l’orario estivo è fonte di preoccupazione ma chiediamo che venga seriamente affrontato il problema relativo alla sicurezza, con l’attivazione di presidi e la presenza di Forze dell’Ordine sia in stazione che a bordo dei treni.”

“Il problema Covid – conclude Mauro Serra – con l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale, ha decisamente peggiorato la problematica relativa alla sicurezza, sia del personale viaggiante che dei viaggiatori, scatenando episodi di violenza”.

Articolo precedenteRocchetta Nervina, uomo uccide moglie e cane
Articolo successivoPiano di riaperture, Lupi: “Bene l’iniziativa, ma per chi non ha il dehors la chiusura dura fino a giugno”