La mostra permanente delle “Maschere di Ubaga” si trova a Pieve di Teco presso il polo culturale Sacs spazio aggregativo di arte cultura e storia (ubicato in Piazza Borelli).

Questa mostra riesce a condensare in 44 straordinarie maschere l’interpretazione poetica e plastica di oltre 80 maestri dell’arte, sia italiani che stranieri. Ogni maschera evoca una forza primordiale e la testimonianza tra la persistenza di un legame indissolubile tra l’arte contemporanea e l’arte primitiva.

L’intento dell’artista è quello di raggiungere il cuore e la mente dei suoi simili.

La cultura contadina delle vallate occidentali della Liguria trova uno dei suoi elementi fondamentali nella spiritualità e nel sentimento religioso,ispirato ad Ubaga, dall’osservazione dei cicli stagionali, cosmici e dai misteriosi fenomeni naturali da cui dipende l’esito dei raccolti.

Come in ogni epoca il compito di rendere tangibile il rapporto tra l’uomo e la natura toccò all’arte e la Maschera è la forma artistica più diretta e popolare per far ciò.

Questa mostra è esposta a Pieve di Teco dal 2002, merita di essere visitata oltre per la spettacolarità, anche per il percorso storico, religioso ed a tratti mistico che attraverso queste maschere ognuno di noi riuscirà a fare.