Nei prossimi giorni la Banca Carige dovrebbe dare una risposta, probabilmente positiva, sul piano di salvataggio di Area 24, la società partecipata che gestisce la pista ciclabile tra Ospedaletti e San Lorenzo al Mare, e le ex aree di Ferrovie dello Stato.

La società verte da tempo in una grave crisi economico-finanziaria con oltre 18 milioni di debiti accumulati negli anni attraverso mutui e linee di credito concesse dalla Carige.

Il piano prevede di accorpare tutto in un unico mutuo ventennale con l’inizio dei pagamenti previsto per il 2020. Area 24 si impegna, inoltre, a versare cinque milioni di euro dilazionati nei prossimi anni grazie alla vendita del proprio patrimonio immobiliare. Patrimonio dal valore totale di circa 15 milioni. Tutto questo a fronte, però, di un prestito immediato di un milione.

Se dovesse arrivare il via libera della banca, e così dovrebbe accadere secondo alcune indiscrezioni, la ciclabile potrebbe vedere garantito un futuro decoroso e lo stato di degrado e abbandono degli ultimi mesi potrebbe diventare un lontano ricordo.

È questa la speranza del Cda di Amaie, degli amministratori locali e dei cittadini. Ora bisogna solo aspettare la risposta ufficiale di Carige.