Proseguono gli eventi ad Aromatica, la manifestazione dedicata ad erbe e profumi del Ponente ligure che si svolgerà fino al 1 maggio a Diano Marina.

Questo pomeriggio si è svolta una dimostrazione culinaria, quasi una sfida a colpi di mortaio, che ha visto contrapporsi la preparazione del “pestun di fave” e del pesto tradizionale realizzato con il basilico.

Il “Pestun du Servu” è una salsa da mortaio, tipica della tradizione gastronomica cervese, tramandata da generazioni, che si distingue da altre simili salse per la sua specificità. E’ indicato con carni lesse, pesci in bianco, baccalà e stoccafisso, verdure, ma è anche utilizzato come condimento per pane e bruschette. Dall’anno 2011 ha ottenuto la De.Co. (Denominazione Comunale). Quest’oggi a prepararlo è stata Franca Carrara, cuoca del ristorante Bellavista di Cervo e consigliere comunale.

Roberto Panizza, patron del campionato mondiale del pesto al mortaio, ha invece preparato il pesto al basilico con un mortaio molto particolare, che risale a 300 anni fa e proviene da un monastero benedettino, dal peso di 42 kg il mortaio e oltre 4 kg il pestello.