parco urbano imperia

Il Pd di Imperia interviene con una nota stampa sul Parco Urbano.

“Sindaco e Assessori presi da un frenetico lavorio che non dà tregua, tanto da non permettere loro di partecipare all’incontro con Nicola Gratteri, che pure ha toccato temi di straordinaria e bruciante attualità oltre che di perenne interesse: la lotta al malaffare, alla corruzione e alla criminalità organizzata che rappresenta IL tema di tutte le età per tutte le età. Ma tocca constatare che nel vortice degli impegni che hanno costretto a trascurare le parole di Gratteri e nei tanto decantati centimetri, ci sono vaste aree che sembrano essere state dimenticate dal fervore dei nostri amministratori.

Il parco urbano interessa “a macchia di leopardo”: qualche intervento o qualche mano di vernice non sono sufficienti a definire “parco” un’area in cui manca un’area dedicata allo sgambamento dei cani, nella quale i giochi per i bambini si contano ormai sulle dita di una singola mano, e dove le attrezzature per chi pratica sport sono fatiscenti e andrebbero restaurate ed implementate come da lungo tempo richiesto dai cittadini che ne lamentano la carenza. Anche la stessa area di accesso al parco e la zona adiacente alle ciminiere a tutto fanno pensare più che a una zona di svago: sporcizia e degrado regnano sovrani.

Pertanto chiediamo all’amministrazione comunale quando termineranno i lunghi lavori in corso nella parte adiacente alle ciminiere? I bambini potranno tornare a giocare nella zona centrale del parco urbano?

L’amministrazione ha in mente di creare una zona decorosa e delimitata per lo sgambamento dei cani? Verranno implementate le attrezzature sportive e restaurate quelle attuali?

Ma del resto tutta la città sembra vittima di una gestione del decoro e della raccolta rifiuti tutt’altro che organizzata e lontana dallo slogan tanto ventilato in campagna elettorale di “Imperia città pulita”: mastelli abbandonati occhieggiano ad ogni angolo soprattutto nelle ore mattutine e serali, situazione che andrebbe seguita con maggiore rigore ancorché in vista dell’ennesimo cambio di sistema di raccolta che entrerà in vigore dal 1 gennaio stante le dichiarazioni del Sindaco.

Attendiamo di vedere un parco urbano a disposizione dei cittadini imperiesi, pulito e funzionale magari più velocemente del centimetro alla volta”.

Articolo precedenteSi chiude il 58esimo Festival di Cervo: un’edizione di alto profilo internazionale che ha portato la musica oltre gli ostacoli
Articolo successivoTrekking, conclusa la 14esima Imperia-Limone dell’associazione Monesi Young: un evento sempre più di successo