Parchi di Sanremo: le piante più 'strane'

Sanremo, non a caso, è conosciuta come Città dei Fiori. Grazie al microclima locale, è stato possibile ad alcuni tra i più grandi botanici del ‘900 creare parchi dalla biodiversità unica.

Tra i giardini più rinomati della città, figurano Villa Zirio, Villa Ormond e l’ex convento delle suore carmelitane, oggi stazione dei treni: qui si possono osservare alberi con aculei, piante con fiori-bistecca e ficus dalle radici lunghe decine di metri.

Sanremo ha un clima stupendo”, ci spiega lo storico Marco Macchi, che sarà la nostra guida in questa divertente avventura, “perciò ci si può piantare quello che si vuole: pini che producono pigne da cinque chili, o microscopiche, e addirittura alberi a forma di bottiglia che perdono le foglie d’estate.”

Nel video-servizio di Riviera Time a inizio articolo i dettagli sui parchi di Sanremo e sulle fantastiche specie da cui sono abitati.