È stato ospite dei nostri studi l’ex assessore ai Lavori pubblici a Taggia, ora consigliere di minoranza, Roberto Orengo.

    Nell’intervista ha commentato l’acquisizione delle ex Caserme Revelli da parte del Comune. “Felice di questo buon risultato. È la degna conclusione di un iter durato 10 anni e portato avanti dalla nostra amministrazione. Anni di trattative con il Demanio e ora la città si riappropria di questo importante bene. Avrei gradito, però, che il sindaco Conio avesse fatto menzione al lavoro svolto negli anni precedenti.”

    L’area, fondamentale per il rilancio e il futuro di Taggia, sarà oggetto nei prossimi mesi di valutazioni e progettazioni. In passato l’amministrazione Genduso, di cui Orengo era assessore, aveva ipotizzato la possibilità di creare un grande centro scolastico e sportivo riunendo le scuole.

    “Progetto che parrebbe essere tramontato visto l’intenzione di creare un nuovo edificio scolastico nel Viale delle Palme. L’attuale amministrazione deve ancora svelare quali siano gli intenti per le ex caserme. Personalmente vorrei vedere il nostro progetto portato avanti,” spiega Orengo.

    Il consigliere ha poi commentato il lavoro svolto dall’assessorato ai Lavori pubblici nei primi 16 mesi di amministrazione.

    “Assessorato non pervenuto,” commenta e aggiunge: “Il grande compito di questo assessorato è quello di mettere in cantiere i progetti di opere pubbliche e cercare i finanziamenti, scontrandosi con una grande lentezza burocratica. Bisogna essere veloci nel programmare, ma vediamo un piano triennale delle opere pubbliche molto deficitario. Cosa è stato fatto in questo anno? Due opere ricordo principalmente: il parcheggio adiacente al mercato di Taggia, casualmente davanti allo studio del sindaco, e la manutenzione di un tratto di lungomare, casualmente davanti allo stabilimento balneare di un consigliere comunale.”