“Siamo arrivati finalmente ad avere le condizioni affinché il centro delle Gianchette si chiuda”. Parola del sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano, che sottolinea come “adesso ci siano le condizioni per farlo”. Il primo cittadino fa riferimento all’ampliamento del Parco Roja, all’arrivo di nuovi mediatori culturali e all’ok del Garante dell’Infanzia.

“Ricordo – prosegue Ioculano – che il Comune si fa carico dei minori stranieri non accompagnati anche in altre strutture site in Ventimiglia attraverso apposita convenzione con la Croce Rossa. L’esperienza delle Gianchette deve chiudersi e non obbligare più il quartiere a vivere nelle condizioni attuali. L’accoglienza che si è portata avanti sinora dai volontari è stata una risorsa preziosa e a loro va un sentimento di gratitudine per l’opera svolta”, conclude il primo cittadino.

Di seguito il reportage di Simone Sarchi sull’esperienza delle Gianchette:

Chiesa di Sant’Antonio, un anno di accoglienza

Articolo precedenteTrovato l’uomo dato per disperso nei boschi, dormiva in un B&B a Pigna
Articolo successivoLuca Augelli, il bagnino col sorriso sulle labbra