video

“Praticamente noi siamo stati la prima categoria ad avere l’obbligo del green pass”. Esordisce così la wedding planner Francesca Coppola nel raccontare come è ripartito il suo lavoro.

“In sostanza per noi non cambia molto – prosegue. – Credo sia una forma di tutela maggiore sia per noi che lavoriamo nel settore sia per tutti gli invitati”.

A Francesca abbiamo poi chiesto come sia cambiato il suo modo di lavorare post covid-19: “Innanzitutto le tempistiche sono diverse – dice. – Essendo stati incerti per lungo tempo siamo ora costantemente alla rincorsa di ciò che non siamo riusciti a organizzare precedentemente. Ci sono poi attenzioni maggiori come lista degli invitati, distanze e organizzazione delle tavole”.

Nel video-servizio a inizio articolo l’intervista completa a Francesca Coppola.

Articolo precedenteCovid: 169 nuovi positivi in Liguria, 34 in provincia di Imperia
Articolo successivoTurismo, Toti e Berrino: “Ottimi i dati diffusi da Assoturismo per il primo weekend di agosto, in Liguria è l’estate della ripartenza”